di Manuela Rossini

in collaborazione con Raffaele Landolfi e Stella Bonato

Leadership e consapevolezza di sé

Con il concetto di leadership si intende la capacità di un individuo di motivare il proprio team e di condurlo verso il raggiungimento di un obiettivo condiviso. Questo è possibile solo quando il leader è in grado di favorire la collaborazione all’interno del gruppo e di prendersi cura del benessere delle persone che ne fanno parte, avvalendosi soprattutto dell’ausilio di metodi quali la buona comunicazione, la responsabilizzazione e la motivazione.

Di fatto, per essere un buon leader non è sufficiente avere una vasta gamma di conoscenze e competenze nel proprio ambito di lavoro, ma è di fondamentale importanza saper liberare le potenzialità che risiedono in ogni individuo per portare il team e di conseguenza l’intera azienda al successo.

“I grandi leader sanno scuoterci. Accendono il nostro entusiasmo e animano quanto di meglio c’è in noi.” (Daniel Goleman)

Appare quindi evidente che il compito di un leader sia soprattutto di natura relazionale e richieda di mettere in gioco una lunga serie di abilità. In particolare, per un buon leader è essenziale sviluppare competenze di intelligenza emotiva che gli consentano di mettere la persona al centro, incentivandola e supportandola ad esprimere la sua creatività ed il suo talento. Per riuscire in questo intento è basilare che egli sviluppi la parte più individuale dell’intelligenza emotiva: una forte consapevolezza di sé.

 

La consapevolezza di sé stessi

La consapevolezza di sé o Awareness è la capacità di riconoscere le proprie emozioni. Sulla base delle premesse espresse precedentemente, si comprende facilmente come essa sia una competenza chiave per i manager che si trovano a dover coordinare un gruppo di persone. La consapevolezza di sé è infatti fondamentale poiché “le emozioni guidano le persone e le persone guidano le performance” e, proprio per questo motivo, è il più grande motore del successo.

L’Awareness comporta una vasta consapevolezza dei propri stati d’animo, dei propri punti di forza e debolezza e di come essi incidono sulle nostre azioni e sul nostro rapporto con gli altri.
Le varie situazioni in cui ci imbattiamo nel corso della vita ci consentono di incrementare la conoscenza di noi stessi, delle nostre abilità ed i nostri i limiti, e ci consentono di conseguenza di agire in modo coerente con la nostra persona, i nostri obiettivi ed i nostri valori.

Diventare consapevoli di sé non è però così semplice: necessita di impegno e del supporto di una figura esperta che possa aiutarci a svilupparla.

 

Spazio Counseling: una guida verso la consapevolezza di sé

La consulenza al ruolo è una consulenza professionale che accompagna l’individuo in un processo di autoconsapevolezza e sviluppo delle proprie potenzialità.

SPAZIO COUNSELING, attraverso un percorso di colloqui individuali, mira a fornire un supporto rispetto alla gestione del proprio ruolo, che inciderà sulla performance lavorativa e a sua volta influenzerà il team concorrendo all’incremento del benessere dell’intera organizzazione.

Scopri di più scrivendoci compilando il modulo!